Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Per Info & Prenotazioni: +39 333 9580941

Foresteria Giardino

Ferro

Parco Geominerario della Valle Allione

Nelle Alpi l’attività mineraria ed estrattiva è sempre stata storicamente fonte di reddito per le popolazioni montane, nonché interesse economico e politico da parte degli Stati, della Chiesa e delle grandi società industriali. Dal sottosuolo si estraeva la siderite, un carbonato ferroso, e la barite, un solfato di bario.
La Valle Allione possiede oltre 150 miniere censite in 5 complessi minerari. Le coltivazioni più antiche risalgono già all’Età del Ferro (dal XII secolo al III secolo a.c.) e sfruttavano il minerale affiorante proveniente dalle pareti rocciose poste in vetta sulle montagne; con la Rivoluzione Industriale del XIX secolo d.c. sono stati utilizzati nuovi metodi estrattivi e di trasporto (teleferiche e ferrovia). Alla fine del XX secolo d.c. sono terminate le ultime attività legate soltanto all’estrazione della barite. L’estrazione della siderite cessò molto prima, già alla fine del XIX secolo d.c.

Rimangono tracce storiche di diverse lavorazioni: dalle miniere a cielo aperto, alle prime miniere con stretti cunicoli, con piccole abitazioni e legrane (forni di prima fusione) fino ai complessi minerari dotati di abitazioni, teleferiche e ferrovia mineraria, nonché forni di fusione posti nel fondovalle in vicinanza dell’acqua.

Photogallery